Get Adobe Flash player

 

 


alt

1°-Come posso rinnovare il brevetto di Bagnino di Salvataggio ?

2°-Quando scade il brevetto di Bagnino di Salvataggio ?

3°-Come faccio se ho smarrito il brevetto di Bagnino di Salvataggio ?

-Da chi è composta la Commissione d'esame per Bagnino di Salvataggio ?

5°-Quali sono i requisiti per partecipare al corso di Bagnino di Salvataggio ?

6°-Esitono differenze tra l'esame per il Brevetto per piscine e quello per il mare ?

-Ho il Brevetto di Bagnino per piscine come posso conseguire quello di mare ?

8°-Dove posso iscrivermi per il corso per Bagnino di Salvataggio ?

-In quali Paesi è riconosciuto il Brevetto di Bagnino di Salvataggio ?

10°-Con un brevetto conseguito all'estero posso lavorare in Italia ?
11°-Con un brevetto OPSA della Croce Rossa posso lavorare come Bagnino ?

1°-RINNOVO: Dopo i primi tre anni il brevetto potrà essere rinnovato per altri tre anni, inviando alla Sede nazionale di Genova: il brevetto originale, due foto tessera, un recente certificato medico di sana e robusta costituzione e copia del versamento di Euro 80,00 sul c.c. postale 00521161 intestato alla Società Nazionale Salvamento - Via Luccoli 24/4 16123 Genova.
(+ Euro 10,00 per ogni anno di ritardo sulla data di scadenza del rinnovo). Scarica i moduli di rinnovo nella modulistica

2°-VALIDITÁ: tre anni per il brevetto, un anno per la tessera sociale.

3°-SMARRIMENTO: per avere il duplicato basta inviare alla sede centrale una copia della denuncia di smarrimento, (o furto) n.1 foto tessera, la ricevuta del versamento di Euro 15,49 effettuato sul c.c.p. n. 00521161 intestato alla
Soc. Naz. di Salvamento - Via Luccoli 24 /4 - 16123 Genova.

4°-ESAME: Al termine del corso è prevista la prova d'esame davanti ad una commissione composta da un ufficiale della Capitaneria di Porto, che ricopre la carica di Presidente, dall'Istruttore del corso, dal medico e dal delegato della Soc. Nazionale Salvamento.

5°-PREREQUISITI:
- idoneità medica (certificato medico effettuato presso l'ASL che attesti che non esistano controindicazioni per il nuoto e la voga non agonistica)
- età compresa dai 16 ai 55 anni
- provata attitudine al nuoto
- non avere condanne penali in corso
- residenza in una Paese della CEE
- l'ammissione al corso è subordinata al superamento di una prova di nuoto.

6°-DIFFERENZE ESAMI MARE E PISCINA: l'esame per il conseguimento del brevetto di Bagnino di Salvataggio per piscine esclude le prove pratiche di voga e quelle teoriche sull'ordinanza balneare.

7°-DAL BREVETTO DI PISCINA A QUELLO DI MARE: è sufficiente sostenere le due prove d'esame mancanti: voga e ordinanza balneare.

8°-CORSI DI BAGNINI: bisogna contattare una delle oltre 200 sezioni della Salvamento che si trovano in Italia (vedi cartina a fianco)

9°-RICONOSCIMENTO: il Brevetto di Bagnino di Salvataggio è riconosciuto in molti   Paesi della CEE, ed abilita all'esercizio professionale presso il litorale marittimo e acque interne (piscine, fiumi e laghi). Inoltre il brevetto di "Bagnino di Salvataggio", così come quello di "Volontario di Protezione Civile", costituisce elemento di valutazione per l'attribuzione di punteggio nell'esame di maturità. 
10°-ALTRI BREVETTI: in Italia è riconosciuto ESCLUSIVAMENTE il brevetto rilasciato dalla Società Nazionale di Salvamento e dalla Federazione Italiana Nuoto e Salvamento. I Bagnini in possesso di brevetti conseguiti in altri Paesi della CEE dovranno sostenere un corso di aggiornamento o un nuovo esame, mentre i possessori di certificazione extraCEE dovranno frequentare un nuovo corso.
11°-BREVETTI OPSA: ASSOLUTAMENTE NO, come recita la circolare N. 54 Prot. 5174209/95 del 08/01/1996, emessa dal Ministero dei trasporti e della navigazione, il brevetto OPSA rilasciato dalla Croce Rossa Italiana è " ..titolo abilitante allo svolgimento dell’attività di soccorso in mare e sulle spiagge da parte del personale appartenente alla C.R.I." quindi "Il suddetto brevetto consentirà esclusivamente lo svolgimento dell’attività di cui trattasi nell’ambito dei compiti istituzionali della C.R.I. e non potrà sostituire le abilitazioni attualmente riconosciute valide per l’espletamento dell’attività di assistenza e soccorso dei bagnanti da apprestarsi da parte dei titolari di concessioni per stabilimenti balneari sia pubblici che privati e strutture similari, ovvero per altre attività svolgentisi sul demanio marittimo che prevedano tale servizio." per cui è esclusa qualsiasi conversione diretta con i brevetti rilasciati dalla Società Nazionale di Salvamento e dalla Federazione Italiana Nuoto sezione Salvamento, in quanto per il rilascio di tali titoli professionali è obbligatorio il superamento di un'esame davanti ad una commissione presieduta da un'ufficiale della Capitaneria di Porto.